Skip to main content

Home / MONTAGNE del TRENTINO

Ultimo aggiornamento: 10/12/2011

Montagne del Trentino

Dolomiti ed altre catene montuose, cime e vette

Il Sella verso la Marmolada

In questa sezione potete prendere visione di tutte le principali catene montuose del Trentino. Tra queste, le  Dolomiti di Brenta sono il gruppo dolomitico interamente trentino ed è separato nettamente dagli altri gruppi che segnano il confine con l'Alto Adige: Dolomiti del Latemar, Dolomiti del Sassolungo, Dolomiti del Sella e la provincia di Belluno, i gruppi dolomitici delle Pale di San Martino e della Marmolada.

Il fiume Adige attraversa da nord a sud tutto il Trentino passando dalla piana Rotaliana alla Val d'Adige alla Vallagarina, divide il suo territorio costellato di laghi e montagne, oltre il 70% si trova sopra i mille metri,  in due parti. Le cime più elevate si trovano nel settore nord-occidentale con le vette del Cevedale e del Vioz. 

Ad est  su tutte si eleva la Marmolada, la regina delle Dolomiti, ad ovest si trovano i rilievi e i ghiacciai dell'Adamello, il più esteso delle Alpi che si espande anche in territorio lombardo. Sono oltre 100 le vette che superano i 3000 metri. Tra i gruppi montuosi si estendono le vallate percorse da fiumi e torrenti.

Cima Adamello

 

Partendo da sud ovest si trova la Valle del Chiese che scorre da sud a nord ed è delimitata ad est  dall'Altipiano e dall'Alpe di Ledro  e ad ovest dalle propaggini meridionali dell'Adamello. Breguzzo rappresenta lo spartiacque tra i fiumi Chiese e  Sarca: Tione è il capoluogo delle Valli Giudicarie che nelle loro diramazioni del Bleggio, Lomaso e Banale sono racchiuse dalle Dolomiti di Brenta a nord est, dall'Adamello ad ovest, dai monti Misone e Casale ad est. 

Da ovest ad est, tra la Paganella e il Bondone e Stivo, si distende la Valle dei Laghi che nella parte meridionale confluisce nella piana gardesana con  Dro, Arco e Riva Ancora più ad est, sulle pendici del Baldo si trova l'Altopiano di Brentonico. Verso nord tra il Gruppo di Brenta e il massiccio Adamello - Presanella si  distende la Val Rendena. Il Passo Campo Carlo Magno  divide questa dalla Val Meledrio che sbocca nella Val di Sole, delimitata a nord dal Gruppo del  Cevedale e Vegaia Tremenesca.

Guglie Latemar e Catinaccio

Le Maddalene rappresentano il confine settentrionale della val di Non che si estende dal gruppo di Brenta ad ovest sino ai monti della val d'Adige ad est. Nella sinistra orografica dell'Adige partendo da sud si trovano i monti Lessini con  la Vallarsa e il Gruppo Pasubio Carega. Verso nord segue l'altipiano di Folgaria e la Vigolana  le cui pendici  rappresentano il limite meridionale dell'alta Valsugana. La Valle di Cembra, l'Altopiano di Pinè, la Valle dei Mocheni si trovano a nord-est di Trento.

La catena del Lagorai  divide la Valsugana dalla Val di Fiemme, delimitata a sua volta dalle cime del Latemar. Il Tesino e la valle del Primiero rappresentano i confini orientali del territorio  trentino con i massicci montuosi Rava - Cima d'Asta  e delle Pale di San Martino. Verso nord  la catena del Lagorai è delimitata dal Paneveggio con il Gruppo dei Monzoni, ancora più a nord la Val di Fassa con i gruppi delle Dolomiti del Catinaccio, Sassolungo, Sella e  Marmolada.

Vedi anche Montagne Alto Adige

Anteprima delle principali montagne del Trentino

Di seguito potete visionare un'anteprima delle principali montagne del Trentino con un riferimento agli ambiti in cui sono collocate, le principali traversate, i laghi e rifugi.

Le Alpi di Ledro sono un complesso di montagne, caratterizzato anche da cime isolate, per questo assai panoramiche come il Casale e il Misone, ha come limiti territoriali  a settentrione la busa di Tione, la piana delle Arche e la gola del Limarò sino alle Sarche, da qui sino al Lago di Garda, sino all'altezza di Limone,  decorre il limite orientale. Ad ovest è la Valle del Chiese sino al lago d'Idro a segnarne il limite. A sud il Lago e la Valle di Ledro

Leggi...

Il Gruppo del Lagorai è delimitato a nord dalla Val di Fiemme e del Travignolo, ad est dalla Val Cismon, dalla Valsugana a sud, dalla Val di Cembra e dall'Altopiano di Pinè a sud-ovest. Si compone di diversi complessi rocciosi che nel loro insieme hanno una estensione di oltre 950 Kmq.

Leggi...

La Catena dalle Mendola sono monti di modesta elevazione che dividono la Val di Non dalla Val d'Adige. Presentano, in virtù della loro posizione isolata, panorami assai interessanti sul Gruppo di Brenta e sulla Val d'Adige.

Leggi...

Catena delle Maddalene e Gruppo Vegaia Tremenesca catena montuosa solcata da valli con ampi pascoli tra Val di Non, Rabbi e Val d'Ultimo

Leggi...

L'Adamello e la Presanella sono divisi, più in senso accademico che reale, dal Passo Presena che si trova a sud del Passo Tonale. Si tratta di un vasto complesso montuoso che racchiude al suo interno le distese di ghiacciai tra le  più vaste d'Italia. Il territorio è compreso nelle province di Trento e di Brescia. I confini del Gruppo Adamello - Presanella  sono dati a nord dalla Val di Sole e dall'alta Val Camonica, ad est dalla Val di Meledrio sino al Passo di Campo Carlo Magno e da qui sino a Tione dalla Val Rendena. Sempre a est è delimitato dalla Val del Chiese sino a Ponte Caffaro....

Leggi...

Il Monte Bondone, detto anche Alpe di Trento, sovrasta il capoluogo Trento ed offre uno spettacolare panorama sulle catene di monti e vette vicine. Il Monte Stivo invece è una montagna del basso Trentino di 2.059 metri, punto panoramico affacciato sul Lago di Garda e la Vallagarina

Leggi...

Inserito in territorio della Provincia Autonoma di Trento, fa parte del più ampio gruppo Ortles-Cevedale il cui territorio è quasi integralmente inserito  negli oltre 950 chilometri quadrati che costituiscono il Parco Nazionale dello Stelvio, il più esteso d'Italia.  I suoi limiti geografici sono a Nord  la Val del Forno, in provincia di Sondrio, e la provincia di Bolzano con la Val di Trafoi e Solda e più in generale l'alta Val Venosta,  ad est è la Val di Pejo a separarlo dal Gruppo Vegaia Tremenesca e la Val di Rabbi  dalle Maddalene.

Leggi...

Queste due  articolazioni di montagne segnano il confine lra il Primiero e la Provincia di Belluno. Sono situate a sud delle Pale di San Martino e prendono il nome dalla cittadina di Feltre. Sono percorse dall'Alta Via delle Dolomiti numero 2.

Leggi...

Il Gruppo dolomitico della Marmolada, che prende il nome dalla "regina delle Dolomiti", è compreso nelle province di Trento e di Belluno e  si trova al centro delle catene dolomitiche. Punta Penia, m. 3.343, è la vetta più elevata delle Dolomiti. La Marmolada ha il ghiacciaio più esteso e la sua parete sud si presenta come un enorme blocco di roccia  lunga oltre 4 Km e alta sino a 830 metri con difficoltà di arrampicata di massimo grado

Leggi...

Le Piccole Dolomiti comprendono cinque distinti gruppi montuosi. Il Gruppo del Carega (detto anche Nodo Centrale) ed il Cherle sono in Trentino. Il Monte Fumante ed il Sengio Alto segano il Confine con la Provincia di Vicenza. La Catena delle tre Croci è per intero in territorio veneto.

Leggi...

Il gruppo montuso è delimitato ad est dalla Val di Fassa, a sud dalla Val di Fiemme, ad ovest dal Passo di San Lugano, dall'altipiano di Nova Ponente verso settentrione. Il Latemar si compone di diversi sottogruppi, tra i quali gli Oclini e il Cornon, caratterizzati da diverse caratteristiche morfologiche e geologiche. La sua origine risale a oltre 235 milioni di anni fa.

Leggi...

Il Massiccio del Monte Baldo si estende da Nord a sud dividendo il Lago di Garda dalla Valle dell'Adige. A nord è delimitato dal Passo di San Giovanni, a sud degrada gradatamente verso la pianura. La Bocca di Navene lo divide in due distinti settori, a nord il Monte Altissimo a sud il Telegrafo.

Leggi...

A differenza di altri gruppi dolomitici, il Gruppo del Sella non è caratterizzato da numerosi denti, torri e guglie: assomiglia piuttosto ad un insieme di gigantesche  fortezze con delle pareti altissime, contraddistinte da una larga cengia  a metà altezza che cinge l'intero massiccio. La cima più elevata è il Piz Boé, m.3152. E' delimitato dal Passo Sella ad ovest, dal Passo Gardena verso nord, dal Passo Campolongo e dal Passo Pordoi verso est.

Leggi...

Il Gruppo delle Pale di San Martino si configura come una vera e propria barriera corallina è il più vasto gruppo delle Dolomiti Orientali: si estende da nord dall'alta Val Travignolo e la Val di Biois unite dal Passo di Valles, a sud è delimitato dalla strada che collega lungo Passo Cereda il Primiero ad Agordo.

Leggi...

Il Gruppo di Brenta si distende da Nord a Sud per una lunghezza di oltre 40 km all’incirca dal Ponte di Mostizzolo all'imbocca della Val di Sole a Tione in Val Rendena. Ha una superficie di 560 kmq ed è percorso da oltre 560 km di sentieri,il 30% dei quali è attrezzato.  E’ delimitato in senso orario dal Lago di Molveno, dalla Valle Giudicarie a Sud, dalla Val Rendena a Ovest sino a Passo Campo Carlo Magno, dalla Val Meledrio, dalla Val di Sole a Nord, dalla Valle di Non ad est.

Leggi...

Il Gruppo di Brenta si distende da Nord a Sud per una lunghezza di oltre 40 km all’incirca dal Ponte di Mostizzolo all'imbocca della Val di Sole a Tione in Val Rendena. Ha una superficie di 560 kmq ed è percorso da oltre 560 km di sentieri,il 30% dei quali è attrezzato.  E’ delimitato in senso orario dal Lago di Molveno, dalla Valle Giudicarie a Sud, dalla Val Rendena a Ovest sino a Passo Campo Carlo Magno, dalla Val Meledrio, dalla Val di Sole a Nord, dalla Valle di Non ad est.

Leggi...

La Paganella è una vetta che si trova nel Trentino occidentale, territorio dei comuni di Fai della Paganella, Andalo, Molveno, Terlago e Zambana. È la montagna che domina la città di Trento da Nord - Ovest. L'Altopiano è sovrastato da alcune cime, di cui la vetta più alta è la Roda, con un'altitudine di 2.125 metri.

Leggi...

Sassolungo e Catinaccio costituiscono nel loro insieme una delle mete di maggiore richiamo nelle Dolomiti, sia per le bellezze dei panorami che per la difficoltà degli itinerari e delle arrampicate. Si estendono tra il Passo di Costalunga a sud e il Passo Sella a nord est, ad est sono delimitati dalla Valle di Fassa, a nord dall'altipiano dello Sciliar e dalla Val Gardena in Alto Adige.

Leggi...