Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Cima Canfedin – Monte Paganella Gazza, Trentino.

Ultimo aggiornamento: 31/12/2011

Cima Canfedin – Monte Paganella Gazza

Bella facile escursione sopra il Lago di Molveno

traccia Passo S.Giovanni Canfedin

 Piacevole escursione  a Cima Canfedin, m.2050, particolarmente adatta alle ciaspole, effettuabile pressochè tutto l’inverno salvo dopo copiose nevicate ed evitando i pendii più ripidi. Si propone qui la salita dal Lago di Molveno  passando per il Passo di San Giovanni e Passo San Giacomo e per il crinale del Monte Gazza. Durannte tutto il facile itinerario una volta fuori dalla fascia boschiva, m.1600 circa, si gode di un bellissimo panorama sul Gruppo di Brenta.  Dalla cima spettacolare panorama a 360 gradi sulla Valle di Non, sulla Val d’Adige, il Lago di Garda e  la Valle dei Laghi. Dislivello  abbastanza consistente, difficoltà assai contenute.  Il tratto nel bosco

Cima Canfedin da Monte Ranzo

lungo il segnavia estivo  612 è avaro di soddisfazioni per i sciatori e a tratti abbastanza impegnativo per la ristrettezza dei passaggi. Salita alternativa da Andalo,  su  percorso solitamente  più innevato, dalla forestale  per Malga Zambana che parte  subito dopo il  secondo curvone  per la provinciale  verso  Fai della Paganella. Si arriva sino alla stazione degli impianti di Gaggia 2, attraversando  per un  breve tratto un raccordo sciistico, poi si segue grossomodo la traccia del sentiero estivo 610.

A Gaggia 2 si arriva anche seguendo le piste di sci che partono dalla località Laghet di Andalo, sussistono però divieti  per gli scialpinisti.

Itinerario da Molveno:  di fronte al parcheggio  sul lato opposto della statale parte  una strada forestale, per un  breve tratto cementata, con indicazione “Doi Vie –

Canfedin da Croce Monre Ranzo

Casina della Speranza”.  Si tralascia un primo bivio sulla destra con indicazione “Circumlacuale” che si supera dopo 5 minuti. Dopo pochi minuti si incontra un secondo bivio per la  Strada della Marsch  e per il Passo San Giovanni, sentiero 644, si ignora anche questo.  Dopo pochi metri in prossimità di una curva a sinistra  si incontra un terzo bivio sulla sinistra, anche qui bisogna procedere sulla destra. Ora la pendenza diminuisce e la strada, diventata ora bianca, piega   a sinistra proseguendo a lungo in direzione nord. Al secondo tornante si incontra il bivio con il sentiero estivo 612 che si imbocca sulla destra in direzione sud. Ora si attraversa  un bellissimo  bosco misto di faggi e abeti risalendo con varie serpentine i dossi del Monte Gazza. Ad un certo punto la vegetazione si apre e si gode

Malga Covelo, inizio maggio

di un bellissimo scorcio sulla parte meridionale  del Lago di Molveno e sulle Cime dei Rossati e Dion. Il Passo San Giovanni, m.1667, è ormai a 20 minuti  di cammino, circa  due ore dalla partenza.  Al Passo si segue l’indicazione del sentiero estivo 602 che  procede verso est sino  a portarsi nei pressi della Bocca di San Giovanni dove intercetta la forestale che  sale a Malga Covelo, m.1824. Deviando dalla Malga verso sud in 10 minuti scarsi si arriva al bel Rifugio Bait del Germano.  Subito dopo la Bocca di san Giovanni  la vegetazione di alto fusto  lascia il posto a vaste distese di mughi: dopo la Malga Covelo si sale un valloncello, superato il quale  si prende una mulattiera a destra, segnavia 602, abbandonando la strada forestale che, senza grossi dislivelli, porta agli impianti di Gaggia 2. Il sentiero 602 risale ora  i dossi del Monte Gazza

Panorama su Gruppo Brenta da Monte Gazza

con pendenze abbastanza moderate  dapprima in direzione est e poi sud-est. In circa un’ora dal Passo di San Giovanni si arriva al Passo di San Giacomo, m.1959.  La dolce cupola della Cima Canfedin è in direzione  est e la si raggiunge in circa 30 minuti con lievi pendenze. Tutto il cammino dal Paso di San Giacomo è caratterizzato dalla presenza di numerosi baiti in muratura, assai numerosi anche attorno al Passo di San Giovanni.

Discesa: per la via di salita o per il sentiero estivo 643 e 605.

Percorso Stradale:  dall’uscita autostradale di San Michele, A 22, si prende per la SS 43 per la Valle di Non sino al bivio fer Fai della Paganella ove si imbocca la SP

Trento e dintorni da Cima Canfedin

64 sino ad Andalo e da qui si gira a sinistra  prendendo  la SS 421 sino a Molveno, seguendola sino al KM 21. Piccolo parcheggio sulla destra di fronte all’accesso dell’Albergo Molveno. Circa 28 Km da San Michele. In alternativa, stessa lunghezza si puo percorrere la SS.43 sino  dopo la Rocchetta e poi deviare a sinistra per la SS 421. Da trento invece che la statale del brennero o l’autostrada si può percorrere la nuova superstrada che in galleria  oltrepassa Mezzolombardo.

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Cima Canfedin, m.2050.
Valle principale: Altopiano della Paganella.
Gruppo Montuoso: Paganella – Gazza.
Paese di partenza: Molveno ( o Andalo con altro tinerario)
località di parcheggio: Molveno, strada statale 421, km 21
condizioni viabilità accesso: buone
condizioni di parcheggio: limitate
quota partenza: Metri 840
quota arrivo: 2050
dislivello salita: 1210  metri. (1000 con partenza da Andalo)
dislivello discesa: 1210
quota massima: m.2050
Lunghezza percorso: -
esposizione prevalente: ovest, sud
tempo medio di salita: ore 3,30 - 4
difficoltà sciistiche: MS
difficoltà alpinistiche: -
punti critici per slavine Percorso ritenuto abbastanza sicuro.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura sci alpinismo .
periodo effettuazione Dicembre - marzo
adatto a ciaspole ? Molto adatto
varianti in discesa: con ciaspole per sentiero estivo 605
problemi di orientamento: -
Cartine: Kompass  foglio 649, 1/25000.
info turistiche: Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella Tel 0461 586924
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
   
punti appoggio intermedi: Bait del Germano (non sempre aperto)

Molveno Cima Canfedin traccia

Note: la mappa tracciata è del tutto indicativa. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.




Visualizza Cima Canfedin in una mappa di