Skip to main content

Ultimo aggiornamento: 07/04/2010

Laghi di Colbricon

Gruppo del Lagorai Orientale nel Primiero

Veduta sui Laghi di Colbricon

I Laghi di Colbricon sono adagiati in un ondulato pianoro che separa il gruppo della Cavallazza dalle due Cime di Colbricon, sono delle vere perle inserite in uno scenario alpino di grande interesse: a sud ovest il Gruppo del Colbricon, a Ovest Cima Stradon, a sud sud est il Gruppo Cavallazza-Tognazza.

Più distante  ad est  si profila all'orizzonte la superba catena delle Pale di San Martino. Situati tra il Paneveggio e la valle del Primiero a circa 40 minuti di strada dal Passo Rolle, i laghi di Colbricon  si trovano a  1911 e 1926 metri di altitudine. Un  piccolo rifugio che porta lo stesso nome è stato eretto a poca distanza dalle rive.

Il  piccolo Lago di Cavallazza si colloca sulle pendici settentrionali dei Monti Cavallazza Piccola e Cavallazza. Tutta la zona, in particolar modo  le montagne circostanti, ha vissuto importanti operazioni belliche nel primo conflitto mondiale. Assai numerose le possibilità di escursioni nelle vallate e nei monti vicini.

Itinerari di accesso

Da Malga Rolle, poco prima del Passo, s. 348 ore 0,45. Da Malga Ces sopra San Martino di Castrozza per la Val Bonetta s. 348, ore 0,45

Rifugi e Bivacchi nella zona

Rifugio Laghi di Colbricon m.1927.

Itinerari e traversate

  al Bivacco Paolo e Nicola, s 349, ore 3,45.
  Al Bivacco Aldo Moro, s349, ore 3,30.
  Al lago di Paneveggio per Val Ceremana, s.349 e 337 e 376, ore 4,30
 

Percorso circolare lungo la Catena Tognazza - Cavallazza

Percorso segnato  ma non numerato: si parte da Malga Rolle e ci si dirige verso sud con meta la cima della Tognazza  seguendo la pista da sci o meglio ancora il  più panoramico, anche se poco segnalato,  sentiero di cresta. Dalla Tognazza, dove arriva anche una seggiovia, si procede verso sud  con la possibilità di rimanere in cresta o di percorrere il versante nord poco sopra il Lago di Cavallazza.

I due sentieri confluiscono nella forcella che divide le due Cavallazza e si prosegue lungo  la cresta di Cima Cavallazza, attenzione  costante visto le pendenze, specie se in presenza di pioggia o neve, scendendo infine nei sottostanti Laghi di Colbricon. Di qui per s.348 si ritorna alla Malga Rolle. Tutto il giro ore 3,30 - 4. Quota Massima, Cima Cavallazza, piccola deviazione, m.2324.

 

Percorso circolare lungo il Colbricon

Si prende il s.10, Sentiero della pace  verso sud sino a Pian delle Cartucce, ( un altro sentiero, meno non segnalato e senza numero, attraversa la dorsale meridionale del Colbricon ad una quota più alta) di qui si piega a destra, ovest per sentiero senza numero che porta a Punta Ces, arrivo seggiovia. Si prosegue in direzione oves, tenendo la destra, fino alla confluenza con il s.337 che sale a Forcella Ceremana (sin qui ore 2 circa). Dalla ocella si prende il sentiero 349 che dapprima percorre la Cresta dl Colbricon e poi devia verso nord verso il Colbricon Piccolo e poi svolta ad est in direzione Paddo del Colbricon, calando  infine ai laghi. Ore 4,30 circa tempo globale senza soste.

Cartina

Cartina n.17

Vedi Cartina  n.17 e/o n.9  su gentile concessione Casa Editrice Lagiralpina